Rubik

Rubik è il personaggio mascherato che sa parlare ai giovani


L’iniziativa è promossa dagli psicologi di ReStart, in collaborazione con l’associazione Dario Favia – Lasciateci le Ali e il sostegno di Tersan Puglia.


Si chiama RUBIK l’originale iniziativa promossa da ReStart in collaborazione con l’associazione Dario Favia – Lasciateci le Ali e il sostegno di Tersan Puglia. Un ciclo di incontri libero e gratuito con psicologi professionisti per supportare i giovani in questo particolare momento.

Sei appuntamenti consecutivi, ogni domenica a partire dalle ore 19.00, per cercare di dare risposte alle domande di giovani e giovanissimi in live social sulla pagina Instagram @restart.promozionesalute, con l’ausilio di Rubik, un personaggio mascherato che richiama il cubo dalle facce colorate componibili.

Tutto rigorosamente in diretta, per raccogliere le interazioni degli utenti sul popolare social network, rivolgendosi al più ampio numero possibile di adolescenti, e per aprire con loro un canale di ascolto e informazione.

Rubik offre tanti temi da affrontare, con il supporto degli psicologi di ReStart e alcune special guest, per parlare rivolgendosi direttamente ai giovani con il linguaggio dei giovani e per rimettere a posto i tasselli delle relazioni giovanili confuse dal Covid. Ma gli incontri sono utili anche per adulti e genitori, se non altro per conoscere meglio il mondo dei loro figli, in un periodo senza scuola, senza attività ludiche e sportive e senza uscite con gli amici.

Un team di esperti per offrire una risposta originale alle difficoltà di questo momento, per non lasciarsi travolgere dalla solitudine e per ricucire gli strappi dovuti all’isolamento forzato causato dalla pandemia.

Numerosi i temi in scaletta durante gli incontri, a partire dall’isolamento sociale, ma si parla anche di autolesionismo, uso e abuso dei social, disturbi alimentari, ansia e stress, tutti argomenti su cui – specie in questo periodo – sentiamo il bisogno di confrontarci.

Rubik è la risposta più efficace e certamente più originale alle difficoltà di questo momento, in cui è forte il bisogno di vicinanza, per non lasciarsi travolgere dal sentimento della solitudine e affrontare questa fase con il supporto degli esperti dell’associazione ReStart (Associazione per la promozione della salute psicologica).

Un’opportunità libera e gratuita tutta da condividere, nel vero senso della parola anche sui social, ma che può risultare preziosa per ricucire gli strappi dovuti all’isolamento forzato causato dalla pandemia.